Home Page

 

   
   
   
 
 

Cos’è il Liberty

 

Uno stile architettonico ampiamente documentato che comprende l’area urbana di Giarre e Riposto è  il Liberty: uno stile proveniente dal nord Europa, in particolare dall’Inghilterra.

Il termine “Liberty” deriva dal nome del commerciante inglese A. L. Liberty, proprietario a Londra di magazzini per la vendita di prodotti dell’artigianato orientale.

Fenomeno tipicamente urbano connotato da una volontà totalizzante di penetrare e riformare costumi e tipologie dell’abitare.

Scrive Henry Van de Velde, vero teorico ed appassionato divulgatore del movimento: “La linea è una forza che agisce in modo simile alle forze naturali elementari: più linee forza poste in reciproca presenza, agendo in senso contrario nelle stesse condizioni, provocano gli stessi risultati delle forze naturali in reciproca opposizione”.

In questo dichiarato principio di azione – reazione si colloca quel gusto sinuoso del “tratto” cosiddetto “colpo di frusta” conosciuto in tutta l’arte Noveau.

Nel liberty motivi concavo – convessi, serpentinati e linee dinamiche convivono accanto alle logiche della rigidità geometrica.

 

 

 

Il Liberty a Giarre

 

Fu grazie all’Architetto Paolo Lanzerotti, intenzionato a reinventare un’edilizia creativa e fantasiosa, che il Liberty si affermò a Giarre. Nel patrimonio architettonico giarrese, formatosi intorno al XIX secolo, maestri artigiani esperti nella lavorazione del ferro battuto e dell’intaglio della pietra bianca applicarono il liberty, grazie ad una committenza borghese.

Altro aspetto caratterizzante del Liberty a Giarre furono i dipinti dei soffitti interni. Sono infatti numerose le abitazioni che tutt’oggi conservano meravigliose decorazioni a “spolvero” o a

 “tavolozza”, con motivi floreali, delicate figure femminili e colombe e angeli nelle camere da letto.

 

Di preziosa fattura troviamo elementi decorativi in legno, vetrate dipinte, bassorilievi realizzati sulla pietra bianca sempre con motivi floreali.

 

Nella foto a lato possiamo osservare un esempio di bassorilievo conservato ancora in buono stato in uno dei soffitti della casa del Sig. Marano a Giarre.

 

Nuccia Toscano

 

HOME PAGE